Ville per matrimoni Toscana

All'architettura militare del tardo Quattrocento si mischiano elementi dell’edilizia rurale e della villa nobiliare mediante le varie trasformazioni subite tra il XVI e XVII secolo. Nel Quattrocento il complesso appartenne ai Bini (ne restano vari stemmi su un torrione e nella villa) per poi passare ai Medici a cui è legata la notorietà della villa che fu scelta dal Granduca Francesco I come residenza di Bianca Cappello, la gentildonna veneziana che fu sua amante, poi seconda moglie.
Durante il XVI secolo la Villa venne restaurata con elementi tipici del periodo come le grandi finestre inginocchiate presenti sul fianco orientale e posteriore ed il prato superiore al quale risponde il piano nobiliare della Villa (originariamente vuoto a dar luce ai vasti ambienti in volta utilizzati come annessi della fattoria).

Listing details